Cart

Vernaccia di San Gimignano DOCG

Vernaccia di San Gimignano DOCG

Vernaccia di San Gimignano DOCG : Storia , Vitigno , Zona di Produzione , Proprietà organolettiche e abbinamenti consigliati

La Vernaccia di San Gimignano è certamente il più conosciuto fra i vini bianchi della Toscana che altrimenti , tranne rare eccezione , può dirsi regione dei grandi vini rossi , alla pari del Piemonte.

Zona di produzione della Vernacci di San Gimignano : Come dice il nome stesso , la zona di produzione consentita dal disciplinare della Vernaccia di San Gimignano è appunto il comune di San Gimignano , tipico borgo medioevale di circa 7.000 abitanti in provincia di Siena. Si trova a circa 300 mt sul livello del mare ed è costituito prevalentemente da terreni tufacei e argillosi. La vocazione vinicola del comune si intuisce chiaramente percorrendo la strada che da Poggibonsi sale a San Gimignano , man mano che ci si accorge della crescente percentuale di terreni vitati.

una veduta di San Gimignano , in provincia di Siena , patria dell'omonima Vernaccia

Vitigno: Il vitigno utilizzato è prevalentemente la Vernaccia di San Gimignano , che deve concorrere per almeno il 90% dell'uvaggio. L'origine del nome vernaccia , che deriva dal latino "vernaculum" , ovvero "del posto" , e questo spiega anche l'assenza di legami fra questa vernaccia e quella che ad esempio da luogo alla Vernaccia di Oristano o con la Vernaccia Nera di Serrapetrona : si tratta semplicemente di uve native e fortemente circoscritte al luogo cui fanno riferimento.

Storia della Vernaccia di San Gimignano : sebbene il comune di San Gimignano sembra sorgere su rovine etrusche di un abitato del III secolo A.C. , i primi riferimenti alla viticoltura nella zona risalgono al basso medioevo ( uno dei produttori storici della Vernaccia di Serrapetrona , la Tenuta Guicciardini Strozzi , vanta oltre mille anni di storia ) , ma la prima comparsa del termine Vernaccia in documenti storici risale al XIII e XIV secolo. Il più celebre di questi è addirittura un verso del XIV Canto del Purgatorio , dove Dante colloca Papa Martino IV reo di aver troppo apprezzato le anguille di Bolsena e , appunto , la Vernaccia.

Proprietà organolettiche della Vernaccia di San Gimignano : le proprietà organolettiche della Vernccia di San Gimignano variano con le tecniche di vinificazione , a partire dal colore che può essere giallo paglierino più o meno intenso , fino a raggiungere toni dorati o ambrati se il vino viene lasciato più a lungo sulle bucce. Il profumo è vinoso e ricco , con note chiare di mela selvatica , fiori bianchi e mandorlo. Il sapore è morbido e asciutto e , nella versione Vernaccia di San Gimignano Riserva evolve in complessità e mineralità con l'invecchiamento , che può arrivare anche oltre i 5 anni. Non a caso , insieme alVerdicchio , è uno dei vini italiani più apprezzati nelle versioni riserva e invecchiate.

Quali piatti abbinare con la Vernaccia di San Gimignano : come gran parte dei vini bianchi , si abbina bene a preparazioni a base di pesce , in particolare fritto o grigliato. Si accompagna bene anche ad antipasti a base di verdure o insalate di riso o di insalate di pasta.

Leggi tutto...

Info Vini delle Regioni Italiane

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.