Cart

Il vitigno Nebbiolo

Vitigno Nebbiolo
Storia
Diffusione
Caratteristiche del grappolo
Vini prodotti con il Nebbiolo
Vini del nostro catalogo che impiegano il Nebbiolo

Un grappolo di Nebbiolo
Un grappolo di Nebbiolo

Storia del Vitigno Nebbiolo : il Nebbiolo è il più importante vitigno piemontese ed è quasi certo che le sue origini siano da collocare proprio nella zona di Alba e delle Langhe , tanto che si hanno documenti scritti che parlano della presenza del "nibiol" in quelle zone già nel XIII secolo . L'etimologia deriva dal termine "nebbia" , che è un tratto distintivo di tali zone . I documenti ampelografici risalgono invece all'800 ( ne parla anche il marchese Leopoldo Incisa della Rocchetta , fondatore della Tenuta San Guido ) e iniziano a distinguere fra i tre biotipi in cui si distingue il Nebbiolo : Nebbiolo lampia , Nebbiolo michet e Nebbiolo rosè , anche se i più utilizzati sono il lampia e il michet , perché il rosé da vita a vini molto scarichi di colore.

Diffusione del Nebbiolo : come già scritto , il Piemonte e in particolare le langhe e l'albese sono la culla e il naturale habitat del nebbiolo , anche se in tutto il Piemonte i vigneti piantati a Nebbiolo sono solo il 3% del totale , ma ciò è dovuto all'aspeto qualitativo che nei vini prodotti col nebbiolo è decisamente superiore all'aspetto quantitativo. All'interno dello stesso Piemonte , comunque , il Nebbiolo si trova sporadicamente anche in altre zone , dove prende anche nomi diversi : Spanna nei territori più a Nord , Picotendro ( o Picot Tenero o Picot Tèndre ) nella zona di Ivrea. Fuori dal Piemonte , un territorio d'elezione dove il Nebbiolo è arrivato a produrre vini di qualità comparabile al Barolo e al Barbaresco è la valtellina .

Caratteristiche del grappolo e dell'acino : il grappolo è di taglia media o medio/grande , piramidale e alato. L'acino è medio-piccolo , rotondo o elissoidale ed è ricoperto da pruina. Alcuni ipotizzano che il termine nebbiolo , derivato dal termine "nebbia" , possa anche essere dovuto a questa pruina che fa sembrare l'acino quasi ricoperto di nebbia. La maturazione del nebbiolo è tardiva e viene vendemmiato dalla seconda metà di Ottobre agli inizi di Novembre , esponendolo agli agenti atmosferici che conferiscono ai vini da nebbiolo la personalità complessa e unica apprezzata in tutto il mondo.

Vini DOC che utilizzano il Nebbiolo : i due vini principe prodotti con il nebbiolo sono ovviamente il Barolo e il Barbaresco , entrambi DOCG. Sempre in Piemonte altre denominazioni che impegnano il nebbiolo sono il Gattinara , il Roero , il Langhe DOC , il Ghemme , il Nebbiolo d'Alba , in purezza o in blend con altri vitigni. In generale i vini prodotti col nebbiolo sono dotati di grandissima austerità , spessore e carattere grazie al grande patrimonio di zuccheri , acidi e polifenoli contenuti nel gli acini. I tannini sono potenti , ma grazie alle moderne tecniche di affinamento e maturazione e all'uso del legno , questi vengono ammorbiditi rendendo i vini apprezzati in tutto il mondo.

Cliccando qui puoi trovare tutti i vini nel nostro catalogo che utilizzano il vitigno Nebbiolo . Eccone alcuni :

Barbera d'Alba Superiore - Vajra G.D.

barbera_alba_superiore

Vai al Prodotto

24,90 €
(iva inclusa)

Langhe DOC Nebbiolo - Vajra GD

langhe_nebbiolo

Vai al Prodotto

16,49 €
(iva inclusa)

Nobile di Montepulciano DOCG - Poliziano

vino_nobile_montepulciano

Vai al Prodotto

20,70 €
(iva inclusa)

Langhe DOC Nebbiolo - Produttori del Barbaresco

nebbiolo

Vai al Prodotto

11,50 €
(iva inclusa)

Barbaresco DOCG - Produttori del Barbaresco

barbaresco

Vai al Prodotto

21,50 €
(iva inclusa)

Gattinara Selezione - Travaglini

bottiglia gattinara selezione travaglini

Vai al Prodotto

18,90 €
(iva inclusa)

Leggi tutto...

Il vitigno Sangiovese

Vitigno Sangiovese
Storia
Diffusione
Caratteristiche del grappolo
Vini prodotti con il Sangiovese
Vini del nostro catalogo che impiegano il sangiovese

un grappolo di uva sangiovese

Storia del Vitigno Sangiovese : che il sangiovese sia una delle uve più importanti della penisola italiana lo testimonia il dibattito etimologico del termine , che nelle sue ipotesi più antiche lo fa risalire all'epoca etrusca e latina derivandolo da "sanguis jovis" ovvero "sangue di giove". Nel primo documento scritto in cui ve ne sia traccia ( Gianvettorio Soderini , 1590 ) viene invece indicato come Sangioveto o Sangiogheto , descritto come un "vitigno sugoso e pienissimo di vino , che non fallisce mai" . Nel XVIII e XIX secolo compaiono anche i termini San Zoveto , Prugnolo , Prunello e Brunello mentre nel XX secolo si arrivano a contare fino a 30 diverse denominazioni , che grazie a studi genetici sono comunque state ricondotte a derivazioni di due grandi gruppi clonali : il sangiovese grosso e il sangiovese piccolo.

Diffusione del Sangiovese : il sangiovese è il vino principe in Italia quanto a diffusione . Con i suoi 90.000 ettari di vigneti è infatti il più diffuso in Italia , con grande prevalenza in Toscana e a seguire altre regioni del centro Italia come Romagna , Marche , Umbria , Lazio. E' presente comunque anche in tutte le regioni del sud , nelle isole ( Corsica compresa ) e in alcune "enclave" del nord Italia come le province di Torino , Brescia , Mantova e La Spezia.

Caratteristiche del grappolo e dell'acino : più che il grappolo , che a causa delle tante varietà clonali indicate in precedenza può anche variare di molto , ma in genere è di dimensioni medio-piccole o medio-grandi , ad assumere un aspetto importante sono gli acini , perché a seconda che siano grandi o piccoli determinano l'appartenenza della varietà ai due grandi gruppi clonali del sangiovese grosso e del sangiovese piccolo. Rientrano nella famiglia del sangiovese grosso il Brunello , il Sangiovese Grosso di Lamole , il Sangiovese Montanino , il Sangiovese Romagnolo , il Sangiovese Marchigiano e il Nielluccio della Corsica. Rientrano invece nella famiglia del sagnniovese piccolo il Morellino di Scansano e il Sangiovese Piccolo di Montalcino.

Vini DOC che utilizzano il Sangiovese : le denominazioni che impiegano il sangiovese , in purezza o in blend con altri vitigni , sono oltre cento e quattro sono le DOCG : Brunello di Montalcino , Chianti Carmignano e Nobile di Montepulciano. Concorre anche in molte IGT di alta qualità come i supertuscans e in alcune DOC del centro Italia come Morellino di Scansano , Rosso di Montepulciano , Rosso Conero , Rosso Piceno , Rosso di Montefalco e ovviamente Sangiovese di Romagna. Da queste DOC emerge chiaramente come sia un vitigno estremamente versatile , capace di concorrere sia a vini rossi freschi da bere giovani , si pensi al Morellino di Scansano , sia a vini dal lunghissimo invecchiamento come appunto il Brunello di Montalcino o alcune riserve di Chianti e di Nobile di Montepulciano.

Cliccando qui puoi trovare tutti i vini nel nostro catalogo che utilizzano il vitigno Sangiovese . Eccone alcuni :

Brunello di Montalcino DOCG - Tenuta San Filippo - Fanti

brunello2

Vai al Prodotto

29,90 €
(iva inclusa)

Brunello di Montalcino - Castelgiocondo - Frescobaldi

brunello

Vai al Prodotto

39,89 €
(iva inclusa)

Nobile di Montepulciano DOCG - Poliziano

vino_nobile_montepulciano

Vai al Prodotto

20,70 €
(iva inclusa)

Morellino di Scansano - Lohsa - Poliziano

morellino4

Vai al Prodotto

9,50 €
(iva inclusa)

Morellino di Scansano - Provveditore

bottiglia morellino provveditore

Vai al Prodotto

12,90 €
(iva inclusa)

Morellino di Scansano DOCG - Motta

morellino

Vai al Prodotto

7,70 €
(iva inclusa)

Leggi tutto...

I nostri servizi : come vendere online i tuoi vini

Il canale E-commerce sta diventando sempre più una fetta importante del mercato del vino. La vendita di vino online è in continua crescita e le enoteche online offrono agli eno-appassionati assortimenti sempre più ampi di vini nazionali ed internazionali , compresi anche vini di nicchia e di piccoli produttori difficilmente reperibili altrimenti.

Italy E-Commerce è presente con i siti del network guida-vino.com dal 2004 e vende online dal 2009 , abbiamo migliaia di ordini alle spalle e oltre 5.000 clienti hanno già acquistato da noi e ricevono le nostre offerte , promozioni e informazioni.

Non esitare a contattarci per essere presente nel nostro catalogo , abbiamo e-commerce profilati sulle esigenze di ogni singolo produttore , dalla piccola cantina al grande produttore.

 

Leggi tutto...

Vini marchigiani in crescita per la Fondazione Sommelier : 32 i "5 grappoli 2017" Bibenda delle Marche , metà da verdicchio

Che l'enologia marchigiana sia in continua ascesa è ormai un dato di fatto e il numero di vini delle Marche premiati con il massimo riconoscimento dalla guida Bibenda 2017 della Fondazione Italiana Sommelier ( i famosi Cinque Grappoli ) ne è solo l'ennesima conferma : 32 etichette  , di cui esattamente la metà prodotti col vitigno Verdicchio , che si conferma il "re dei vini marchigiani".

Quattordici dei sedici verdicchi "Cinque Grappoli 2017" rientrano nelle due denominazioni di Verdicchio ( Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC - o DOCG per le riserve - e verdicchio di Matelica DOC - o DOCG per le riserve ) , mentre due pur essendo ottenuti da uve verdicchio rientrano nella denominazione Marche Bianco IGT perché prodotti con tecniche originali non contemplate nei disciplinari delle DOC e delle DOCG .

Eccoli dunque i 16 verdicchi premiati coi Cinque Grappoli delle Marche 2017 :

1. Verdicchio Dei Castelli di Jesi Classico Riserva DOCG - Il Cantico della Figura - Cantina Andrea Felici - annata 2010

2. Verdicchio di Matelica Riseva DOCG - Cambrugiano - Cantine Belisario - Annata 2013

3. Verdicchio di Matelica DOC - Vigneto Fogliano - Azienda Agricola Bisci - Annata 2013

4. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore - San Michele - Vallerosa Bonci - Annata 2014

5. Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva DOCG - Villa Bucci - Cantina Fratelli Bucci - Annata 2014

6. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Spumante - Brut Metodo Classico Ubaldo Rosi Riserva - Cantina Colonnara - Annata 2009

7. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore - Il Bacco - Fattoria Coroncino - Annata 2015

8. Verdicchio di Matelica Riserva DOCG - Mirum - Fattoria La Monacesca - Annata 2014

9. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore - Podium - Cantina Garofoli - Annata 2014

10. Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva DOCG - Salmariano - Canina Marotti Campi - Annata 2013

11. Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva DOCG - Vigna Novali - Terre Cortesi Moncaro - Annata 2013

12. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore - Pallio di San Floriano - Cantina MonteSchiavo - Annata 2015

13. Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore - Balciana - Cantina Sartarelli - Annata 2014

14. Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva DOCG - Plenio - Cantina Umani Ronchi - Annata 2013

15. Marche IGT da uve verdicchio - Arkezia Muffo di San Sisto - Cantina Fazi Battaglia - Annata 2013

16. Marche IGT da uve verdicchio - Cimaio - Cantina Casalfarneto - annata 2013

Continuando a leggere la lista dei vini premiati con la chiave di lettura dei vitigni , subito dopo il Verdicchio troviamo il vitigno Montepulciano , che contribuisce all'uvaggio di altri 7 vini cinque grappoli delle Marche : in alcuni in blend con altri vitigni rossi , in altri in purezza .

Sono Montepulciano in purezza , infatti , il Kurni , il Barricadiero , il Regina del Bosco

17. Marche Rosso IGT ( Montepulciano in purezza ) - Kurni - Azienda Agricola Oasi degli Angeli - Annata 2014

18. Offida DOCG Rosso ( Montepulciano in purezza ) - Barricadiero - Azienda Agribiologica Aurora - Annata 2013

19. Marche Rosso IGT ( Montepulciano in purezza ) - Regina del Bosco - Fattoria Dezi - Ananta 2013

20. Rosso Conero Riserva DOCG - Dorico ( Montepulciano in purezza ) - Moroder - Annata 2011

21. Rosso Conero Riserva DOXG - Sassi Neri ( Montepulciano in purezza ) - Fattoria Le Terrazze - Annata 2012

22. Rosso Conero Riserva DOCG - Gianco ( Montepulciano in purezza ) - Cantina Polenta - Annata 2011

23 Marche Rosso IGT ( Montepulciano , Cabernet Sauvignon , Sangiovese ) - Anghelos - Tenuta de Angelis - Annata 2013

24. Rosso Piceno DOC Superiore ( Montepulciano 70% , Sangiovese 30% ) - Roggio del Filare - Cantina Velenosi - Annata 2013

25. Rosso Piceno DOC - Nero di Vite ( Montepulciano 50% e Sangiovese 50% ) - Azienda Agricola Le Caniette - Annata 2009

Chiudono la lista sette vini in antitesi tra loro : quattro etichette da vitigni autoctoni pecorino , lacrima e vernaccia di serrapetrona e tre etichette da vitigni internazionali ( Merlot , Cabernet Savignon ) che ripercorrono anche nelle Marche la via tracciata in toscana dai Supertuscans :

26. Marche Rosso IGT - Il Pollenza ( uve Cabernet Sauvignon, Sangiovese, Merlot e Petit Verdot ) - Cantina Il Pollenza - annata 2013

27. Marche Rosso IGT Cabernet Sauvignon - Akronte - Boccadigabbia - Annata 2012

28. Marche Rosso IGT ( Merlot in purezza ) - Il Mossone - Cantina Santa Barbara Stefano Antonucci - Annata 2013

29. Serrapetrona DOC - Moro’ - Cantine Fontezoppa - Annata 2013

30. Lacrima di Morro d’Alba DOC Superiore - Compagnia della Rosa - Conti di Buscareto - Annata 2013

31. Marche Rosso IGT da uve Lacrima - "Terre dei Goti" - Stefano Mancinelli - Annata 2011

32. Pecorino di Offida DOCG - Donna Orgilla - Azienda Agricola Fiorano - Annata 2015


Leggi tutto...

I nostri servizi : visibilità online sui motori di ricerca

Cosa trovano i clienti se cercano informazioni su un vino DOC o sui vini della tua regione ? La tua azienda e i tuoi prodotti ci sono nelle prime posizioni ? Se non ci sei e i tuoi clienti ti trovano solo cercando esattamente il nome della tua azienda , stai perdendo una grande opportunità di farti conoscere.

Guida-vino.com e il suo network possono contare , grazie ad una "web authority" conquistata in oltre un decennio , un posizionamento che per alcune ricerche relative ai vini marchigiani ed italiani è comparabile solo a Wikipedia ( e talvolta supera addirittura la prestigiosa enciclopedia web open source ). Di seguito alcuni esempi di queste ricerche , relativamente ad alcuni vini marchigiani ( ma esempi analoghi valgono per molte altre denominazioni di molte regioni italiane ).

Contattaci per figurare all'interno di queste pagine , abbiamo pensato a diversi profili di visibilità e diversi costi , troveremo insieme quello che più si adatta alle tue esigenze.

Leggi tutto...

I nostri servizi : Web Reputation

Che risultati trovano i tuoi clienti quando cercano online informazioni sulla tua azienda o sui tuoi prodotti ?

E' la domanda fondamentale della web reputation : Motori di ricerca ( Google in primis ) , Social Networks , siti web sono le principali fonti di informazione.  Affidarsi ad esperti del settore che sono in grado di monitorare e controllare queste informazioni significa non avere spiacevoli sorprese.

Per le cantine e i viticoltori , inoltre , la web reputation ha altri due aspetti specifici : le guide enologiche e il prezzo. E' importante che a una buona recensione su una guida enologica venga dato il giusto eco sul web e sui social netowork . Noi sappiamo come farlo.

Una forma particolare di web reputation , ma non meno importante , è anche quella che riguarda i prezzi di vendita online : sei un produttore e vuoi tenere costantemente monitorati i prezzi di vendita dei tuoi vini da parte gli operatori online ? I prezzi che figurano nelle prime posizioni dei motori di ricerca sono congrui ? Trovare online prezzi non congrui con il valore di mercato è pù frequente di quanto si possa pensare , ti citiamo solo qualche esempio :

- siti web non aggiornati o abbandonati , ma che continuano ad esporre prezzi di vecchi listini
- concorrenza sleale : commercianti abusivi che evadono l'IVA e che possono applicare quindi prezzi anche il 20% inferiore ai propri concorrenti- prezzi civetta : il tuo prodotto è stato scelto come "prodotto civetta" e viene venduto al prezzo di costo o sottocosto per attirare ordini e registrazioni a buon mercato.

Sono casistiche che , se non opportunamente monitorate possono creare gravi ripercussioni al tuo business e a quello dei tuoi clienti. Il nostro servizio di "price web reputation" ti permette di avere tutto sotto controllo ed evitare queste problematiche.

 

Leggi tutto...

E' un verdicchio il miglior vino bianco italiano del 2017 secondo il Gambero Rosso

Per il Gambero Rosso il miglior vino bianco italiano del 2017 è il Verdicchio dei Castelli di Jesi Superiore Misco della Tenuta di Tavignano , annata 2015 . La celebre Guida ai Vini d'Italia del Gambero Rosso , infatti , oltre ad assegnare gli arcinoti "tre bicchieri" ai vini d'eccellenza di ogni regione ( 20 i vini marchigiani premiati coi tre bicchieri ) , assegna nove premi speciali decretando il miglior vino bianco , miglior vino rosso , miglior vino dolce , miglior spumante , miglior viticoltore , migliore cantina , miglior rapporto qualità prezzo , cantina emergente e infine un premio alla viticoltura ecosostenibile.

Leggi tutto...

I vincitori dei Tre Bicchieri 2017 Gambero Rosso in Friuli Venezia Giulia

In queste zone il clima ha permesso una grande vendemmia, creando un grande entusiasmo generale. E i risultati si sono visti, dato che nella regione del Friuli Venezia Giulia sono stati assegnati ben 26 Tre Bicchieri.

La prima mensione se la meritano Jermann, al suo ennesimo riconoscimento vera bandiera dell’enologia friulana moderna, con il Pinot Grigio 2015, e il Desiderium 2013 di Eddi Luisa, alla sua seconda affermazione consecutiva.

Sei Friulano hanno ottenuto il premio massimo, tutti del 2015: quattro Collio (Doro Princic, Schiopetto, Fiegl e Russiz Superiore) e due Colli Orientali (Tenuta di Angoris e Le Vigne di Zamò)

Leggi tutto...

Tre Bicchieri 2017 Gambero Rosso della Liguria : i vini liguri premiati

Enologicamente parlando , la Liguria è terra di produzioni limitate , di vini spesso "strappati" grazie ai terrazzamenti alle colline o alle coste a dirupo sul mare , in aziende che non potendo puntare su produzioni di quantità devono spesso vocarsi non solo alla viticoltura ma anche all'ospitalità.  

Una sorte che ricorda quella dei vini della costa amalfitana o della Valle d'Aosta , vini frutto di caparbietà e di fascino , ancorati alla valorizzazione dei vitigni autoctoni come il pigato o a vitigni come vermentino che hanno trovato nella Liguria la propria terra d'elezione. 

Proprio a questi due vitigni appartengono ben cinque delle sei etichette premiate dal Gambero Rosso coi Tre Bicchieri 2017 : due pigato e tre vermentino , tutti della vendemmia più recente , la 2015 . Unico vino di annate antecedenti , nonché unico rosso , è il Rossese di Dolceacqua "Bricco Arcagne" di Terre Bianche.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Info Vini delle Regioni Italiane

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.