Sangiovese di Romagna DOC - Storia, caratteristiche, produttori e vendita online

La storia: il Sangiovese di Romagna è stato il primo vino romagnolo ad ottenere la denominazione di origine controllata nel 1967.

La sua presenza nel territorio dell'attuale Emilia Romagna è invece molto più antica, del resto il Sangiovese è uno dei vitigni più diffusi d'Italia e la sua "rusticità", ovvero la sua capacità di adattarsi agli habitat più differenti, anche i più impervi, ne ha permesso la sopravvivenza anche nelle epoche storiche meno adatte alla coltura e alla cura dei vigneti.

Vitigno: il vitigno Sangiovese, come abbiamo detto, è uno dei più diffusi vitigni italiani e contribuisce, in purezza o con il concorso di altri vitigni, alla produzione di molte DOC e DOCG italiane. Alcune prendono il nome proprio dal nome locale assunto dal vitigno, come il Brunello o il Morellino. Un'altra sua peculiarità è quella di presentarsi con caratteristiche sensibilmente differenti a seconda del terreno, della zona e del microclima dove è stato impiantato, proprietà molto importante per dare territorialità al vino. Nel caso del Sangiovese di Romagna proprio la territorialità ha portato a distinguere fra Sangiovese di Romagna DOC e Sangiovese di Romagna DOC Superiore.

Zona di produzione: la zona di produzione del Sangiovese di Romagna DOC comprende l'intera zona pianeggiante compresa nel triangolo Castel San Pietro Terme - Comacchio - Riccione, più la fascia collinare fra Castel San Pietro e Riccione. Le province interessate sono Bologna, Forlì/Cesena, Ravenna e Rimini. Altra fascia collinare riguarda invece il Sangiovese Superiore: si tratta delle colline a ridosso della via Emilia, comprendente comuni quali Brisighella, Modigliana, Castrocaro, Predappio Alta, Meldola, Bertinoro e Dozza, alcuni dei quali già noti per la produzione dell'unica DOCG emiliano-romagnola: l'Albana di Romagna DOCG.

Proprietà organolettiche: altra peculiarità del vitigno sangiovese è di saper dar luogo a vini di diverse proprietà a seconda dei metodi di vinificazione e dei tempi di invecchiamento. Il Sangiovese di Romagna ha quindi uno spettro di proprietà organolettiche che vanno dal Sangiovese di Romagna Novello al Sangiovese di Romagna Riserva, passando per il Sangiovese di Romagna "semplice" ed il Sangiovese di Romagna Superiore. Il colore va quindi dal rosso rubino del Sangiovese Novello ai riflessi granata del Sangiovese Riserva. Analogamente i profumi vanno dal fruttato intenso (novello) al delicato (superiore) allo speziato (riserva). Idem per il sapore, con la tannicità che prevale seppure in modo gradevole e non eccessivo, nel Sangiovese DOC e nel Superiore per poi ammorbidirsi nel riserva.

Abbinamenti consigliati: anche gli abbinamenti variano molto in base alla tipologia considerata. Il Sangiovese di Romagna novello si abbina bene con i salumi, magari accompagnati dalla classica piadina locale. Gli abbinamenti del Sangiovese di Romagna Superiore e il Sangiovese di Romagna Riserva sono i tipici abbinamenti dei grandi vini rossi: carni brasate, arrosti e cacciagione.

Alcuni Sangiovese di Romagna che puoi acquistare online nell'enoteca online di Guida-vino.com:

Sangiovese di Romagna Superiore - Ceregio - Fattoria Zerbina

CEREGIO

Vai al Prodotto



Sangiovese di Romagna Superiore - Pietramora - Fattoria Zerbina

PIETRAMORA

Vai al Prodotto



Sangiovese di Romagna Superiore - Conti Riserva - Leone Conti

CONTIRISERVA

Vai al Prodotto



Sangiovese di Romagna Superiore - Le Betulle - Leone Conti

LE BETULLE

Vai al Prodotto



Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.