Fare il vino in casa: gli strumenti e i consigli per non sbagliare

Produrre vino in casa Produrre vino in casa

Sei un appassionato di vino e vorresti produrlo direttamente a casa tua? Allora quest'articolo fa proprio al caso tuo.

In quest'articolo, per l'appunto, andremo a trattare quest'argomento, parlando nello specifico degli strumenti da utilizzare e dando anche qualche consiglio per ottenere un buon prodotto.


Come produrre il vino in casa

Per produrre un ottimo vino in casa occorre seguire delle procedure esatte.

Per prima cosa bisogna partire dalle uve di buona qualità, selezionandole e pigiandole molto velocemente, in modo da non rovinarle. La fase successiva è quella della separazione dei raspi dalla parte liquida del prodotto ottenuto. Questo processo si può fare anche a mano e non occorrono particolari strumenti.

Una volta ottenuta la parte liquida è ora di passare ad una fase molto delicata, ovvero la fermentazione. In questo momento, il prodotto ottenuto dalla pigiatura va travasato in un contenitore, meglio se di acciaio inox; una volta travasato si aggiungono dello zucchero e, se si vuole, del metabisolfito di potassio, per donare delle proprietà antisettiche e antiossidanti.

Successivamente il contenitore con dentro il nostro vino, ancora fase embrionale, va lasciato ad una temperatura costante tra i 21 e i 25 gradi per circa 21 giorni. Bisogna ricordare che almeno una volta ogni dodici ore, è necessario girare il composto, in modo da non far formare un tappo sul composto e creare una fermentazione omogenea. Questo processo è molto importante e va eseguito scrupolosamente poiché è proprio in questo momento che gli zuccheri si trasformano in alcol e anidride carbonica, convertendo il nostro prodotto in vino.

Trascorso circa un mese, si procede con la svinatura. Questo processo consiste nella separazione della parte solida dalla parte liquida. Una volta fatto questo procedimento, avverrà la travasatura del vino in una piccola botte, dove potrà maturare. Questo travaso va effettuato ogni due otre mesi.

Dopo questo periodo, che durerà più o meno sei mesi, il vino potrà essere imbottigliato e sigillato, ma occorrano altri sei mesi per poterlo degustare.


Gli strumenti necessari per produrre il vino

Per produrre il vino in casa, non bisogna spendere per forza troppi soldi nella strumentazione professionale, ma occorrono solo dei semplici oggetti…e soprattutto molta voglia di fare.

Gli strumenti necessari per produrre del vino in casa sono: una brocca o un recipiente abbastanza grande, da circa 8 litri, un altro contenitore un po’ più piccolo come per esempio una damigiana da 4 litri, un tubo in plastica per i travasi, delle bottiglie di vetro con dei tappi in sughero e una particolare valvola, ossia quella airlock.

Alcuni consigli da attuare per ottenere un buon prodotto

Per ottenere un vino fatto in casa di ottima qualità bisogna seguire dei piccoli e pratici consigli, che sono:

  • utilizzare una buona uva: è di vitale importanza per ottenere un buon vino, partire da uve di ottima qualità. Questo perché maggiore sarà la qualità dell'uva e più il nostro vino avrà un gusto ricco e particolare;
  • pulire molto bene gli acini di uva: sembrerà scontato, ma questo processo occorre eseguirlo nel modo corretto per evitare che rimanga qualche germe che possa rovinare il nostro prodotto, facendolo andare a male;
  • aggiungere del miele prima di farlo fermentare: il miele è un ottimo ingrediente per aiutare la fermentazione del nostro vino; esso, infatti, è un ottimo nutrienti per i suoi lieviti e, inoltre, conferirà al nostro composto un gusto tendente al dolce;
  • rispettare le temperature di fermentazione: è necessario rispettare le temperature di fermentazione, tenendole tra i 22 e i 25 gradi. Questo faciliterà la fermentazione e aiuterà il nostro prodotto a fermentare nel modo corretto. In alcuni casi, se la temperatura crolla sotto i 18 gradi, è bene utilizzare anche dei caloriferi per riscaldare l'ambiente in cui esso matura;
  • utilizzare delle pastiglie di metabisolfito di sodio o potassio: come già detto in precedenza, queste pastiglie donano al nostro composto delle proprietà antisettiche e antiossidanti. Queste caratteristiche ci faranno tenere un ottimo risultato finale;
  • non avere fretta: per produrre un buon vino bisogna avere molta pazienza. Generalmente, per ottenere un ottimo risultato è necessario non affrettare i tempi, poiché ci vorrà come minimo un anno per poter degustare un ottimo vino. Per questo motivo bisogna rispettare tutte le operazioni in modo corretto e dedicargli il giusto tempo.

In conclusione, per produrre il vino in casa bisogna avere molta voglia di fare e molta pazienza e, seguendo scrupolosamente le diverse fasi di produzione, si riuscirà ad ottenere un ottimo vino, che ci renderà fieri di noi stessi sotto ogni punto di vista.

Se sei arrivato fin qui e vorresti iniziare a vinificare in casa, ma non hai gli strumenti per farlo, puoi consultare il sito https://www.gogoverde.it/ferramenta/enologia.html e trovare tutto quello che ti occorre per la vinificazione domestica.

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.