Cerca
Regione
Denominazione
Annata
Formato
Vitigni
Riconoscimenti
Produttore
Prezzo senza iva
€  € 

Vino Bianco Offida DOCG Passerina - Storia, caratteristiche, produttori e vendita online

Vino Passerina Vino Passerina

La storia: la denominazione "Offida" viene riconosciuta come DOC nel 2001 e dal 2011 è passata a DOCG. Trae il nome da un antico comune situato nella provincia di Ascoli Piceno, già famoso per il carnevale storico.

La valorizzazione del territorio e l'impiego dei due vitigni da poco riscoperti hanno permesso la nascita e lo sviluppo di questa DOCG. Attualmente si sta puntando molto sull’utilizzo dei due vitigni a bacca bianca autoctoni, Passerina e Pecorino.

 

 

 

  


Il vitigno: Nella tipologia Passerina, il vino DOCG Offida deve essere composto per almeno l’85% da vitigno Passerina. Il Passerina è un vitigno autoctono delle Marche, prevalentemente della zona sud confinante con l'Abruzzo ed il Lazio (tanto che si trovano anche vini abruzzesi e vini laziali basati su questo vitigno), sebbene in passato fosse stato erroneamente accostato a vitigni come il Bombino o il Trebbiano. Una delle sue caratteristiche più note è quella di avere una resa piuttosto alta, tanto che i contadini di una volta erano soliti chiamarla cacciadebiti o pagadebiti.


Zona di produzione: comprende 22 comuni situati nelle colline della provincia di Ascoli Piceno comprese fra i fiumi Aso e Tronto, tra cui ovviamente anche Offida. La tipologia vin santo può essere prodotta solo nei comuni di Offida e Ripatransone.


Proprietà organolettiche: L’Offida Passerina si presenta di colore giallo paglierino, riflessi dorati. I profumi sono tipici della frutta tropicale e di fiori bianchi, ginestra. Va consumato abbastanza giovane, di solito non oltre il secondo anno di vita.


Abbinamenti consigliati: Il vino Offida nelle tipologie bianche si abbina bene con la cucina di mare: antipasti, zuppe di pesce, molluschi e crostacei. Nella tipologia Pecorino si suggerisce l’abbinamento con il brodetto, soprattutto nel caso in cui il vino abbia sopportato un affinamento di almeno un anno. L’Offida rosso richiede invece piatti più strutturati: dalle salse alle carni rosse (stufate o alla brace), fino ad arrivare ai formaggi stagionati (formaggio di fossa).


Come servirlo: L’Offida Passerina va servito alla temperatura di 8-10°C, in calici tulipano per mantenere al meglio le note di freschezza.

Le terre del Vino Bianco DOC Offida Passerina: 
Ripatransone
Offida
Monsampolo

Feste e Sagre dove degustare il Vino Bianco DOC Offida Passerina:
Mostra mercato vino Colli Piceni - Offida
Carnevale Offidano - Offida 
Mostra del Merletto - Offida
La sagra del chichiripieno Sagra del Ciavarro - Ripatransone

Alcune delle etichette di Passerina di Offida che puoi acquistare nell'enoteca online di Guida-vino.com:

Vino Passerina Marche IGT - Villa Angela - Velenosi

villanagelapasserina

Vai al Prodotto

8,80 €
(iva inclusa)

Marche IGT Passerina COROLLA

corolla passerina poderi san lazzaro

Vai al Prodotto

8,48 €
(iva inclusa)

Passerina IGT - Rivafiorita - Madonnabruna

rivafiorita

Vai al Prodotto

8,20 €
(iva inclusa)

Marche IGT Passerina - Fiorigialli - Madonnabruna - tappo stelvin

fiorigialli

Vai al Prodotto

6,90 €
(iva inclusa)

Passerina Spumante Brut Metodo Charmat - Velenosi

velenosispumante

Vai al Prodotto

10,60 €
(iva inclusa)

 

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.