Vino Rosso DOCG Carmignano - Storia, caratteristiche, produttori e vendita online

Zona di produzione: L’area di produzione del Carmignano DOCG è limitata a due soli comuni: Carmignano, appunto, e Poggio a Caiano, entrambi in provincia di Firenze.

I vigneti sono posti su pendii scoscesi fra Poggio a Caiano e il Monte Albano, noto per dare il nome a una denominazione del Chianti. I terreni sono di tipo calcareo-argilloso, con densità che vanno dai 2500 ai 5000 ceppi per ettaro e produzioni mai superiori a 2Kg per ceppo.

Vitigno: Il vitigno principale per la produzione del vino Carmignano DOCG è il Sangiovese, che può concorrere fino al 70%. Le sue caratteristiche particolari, però, gli sono dovute dai vitigni che concorrono per il restante 30%: Canaiolo (massimo 20%), Cabernet Franc o Cabernet Sauvignon (massimo 15%), e anche piccole percentuali di vitigni a bacca bianca come Malvasia o Trebbiano (massimo 10%).

Storia: La Storia del Carmignano è antichissima, anche più antica del più famoso Chianti nel quale, invece, il territorio di Carmignano venne incorporato prima della definizione del Carmignano DOC nel 1975 e del Carmignano DOCG nel 1988. Il nome Carmignano ricorre addirittura in una pergamena dell'804 D.C. sotto il regno di Carlo Magno e nel 1396 figura tra i beni acquistati da Marco Datini, banchiere di Prato noto per aver inventato le cambiali. Il Carmignano è forse uno dei primi vini ad essere stato dotato di un abbozzo di disciplinare , ad opera di Cosimo III De' Medici nel 1716.

Proprietà organolettiche: Il Carmignano DOCG è un vino da invecchiamento, capace di invecchiare anche 10 anni dopo aver affinato in legno per almeno 18 mesi (36 mesi per il Carmignano DOCG riserva ). Il colore è rosso rubino , tendente all'ambra e al granata con gli anni. Il profumo è intenso, con note di mora, frutti di bosco e viola mammola. Al palato è secco, sapido, persistente e vellutato.

Servizio e abbinamenti consigliati: Va stappato qualche ora prima del consumo e, soprattutto per il Carmignano Riserva o invecchiato, va decantato e ossigenato in una caraffa o in un decanter, per essere servito ad una temperatura di 16-18°C su calici da grandi vini rossi. Si abbina bene con carni rosse e selvaggina, senza disdegnare i formaggi, soprattutto quelli stagionati e piccanti.

Alcune etichette di Carmignano DOCG che puoi acquistare nell'enoteca online di Guida-vino.com:

Carmignano DOCG - Santa Cristina in Pilli - Ambra

bottiglia carmignano santa cristina in pilli fattoria ambraCome l'etichetta Montefortini , anche il Carmignano Santa Cristina in Pilli trae il nome da un sito etrusco adiacente i vigneti , a testimonianza della millenaria presenza del vino in questa regione. Sangiovese , Cabernet Franc e Canaiolo i vitigni utilizzati.

Vai al Prodotto


(iva inclusa)

Carmignano Riserva DOCG - Montalbiolo - Fattoria Ambra

bottiglia vigne alte montalbiolo fattoria ambra5Beppe Rigoli declina in molti modi il nome del Carmignano, ma sempre in un ambito identitario ben definito. Questo riserva che affina 24 mesi in legno , nasce dal vitigno "Vigne Alte" sulla collina di Montalbiolo da vitigni sangiovese , cabernet franc e canaiolo nero.

Vai al Prodotto


(iva inclusa)

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.