Cart

Vernaccia di San Gimignano DOCG - Storia, caratteristiche, produttori e vendita online

La Vernaccia di San Gimignano è certamente il più conosciuto fra i vini bianchi della Toscana che altrimenti, tranne rare eccezione, può dirsi regione dei grandi vini rossi, alla pari del Piemonte.

Zona di produzione: Come dice il nome stesso, la zona di produzione consentita dal disciplinare della Vernaccia di San Gimignano è appunto il comune di San Gimignano, tipico borgo medioevale di circa 7.000 abitanti in provincia di Siena. Si trova a circa 300 mt sul livello del mare ed è costituito prevalentemente da terreni tufacei e argillosi. La vocazione vinicola del comune si intuisce chiaramente percorrendo la strada che da Poggibonsi sale a San Gimignano, man mano che ci si accorge della crescente percentuale di terreni vitati.

Vitigno: Il vitigno utilizzato è prevalentemente la Vernaccia di San Gimignano, che deve concorrere per almeno il 90% dell'uvaggio. L'origine del nome Vernaccia, che deriva dal latino "vernaculum", ovvero "del posto", spiega anche l'assenza di legami fra questa Vernaccia e quella che ad esempio dà luogo alla Vernaccia di Oristano o la Vernaccia Nera di Serrapetrona: si tratta semplicemente di uve native e fortemente circoscritte al luogo cui fanno riferimento.

Storia: Sebbene il comune di San Gimignano sembra sorgere su rovine etrusche di un abitato del III secolo A.C., i primi riferimenti alla viticoltura nella zona risalgono al basso medioevo (uno dei produttori storici della Vernaccia di Serrapetrona, la Tenuta Guicciardini Strozzi, vanta oltre mille anni di storia), ma la prima comparsa del termine Vernaccia in documenti storici risale al XIII e XIV secolo. Il più celebre di questi è addirittura un verso del XIV Canto del Purgatorio, dove Dante colloca Papa Martino IV reo di aver troppo apprezzato le anguille di Bolsena e, appunto, la Vernaccia.

Proprietà organolettiche: Le proprietà organolettiche della Vernaccia di San Gimignano variano con le tecniche di vinificazione, a partire dal colore che può essere giallo paglierino più o meno intenso, fino a raggiungere toni dorati o ambrati se il vino viene lasciato più a lungo sulle bucce. Il profumo è vinoso e ricco, con note chiare di mela selvatica, fiori bianchi e mandorlo. Il sapore è morbido e asciutto e, nella versione Vernaccia di San Gimignano Riserva, evolve in complessità e mineralità con l'invecchiamento, che può arrivare anche oltre i 5 anni. Non a caso, insieme al Verdicchio, è uno dei vini italiani più apprezzati nelle versioni riserva e invecchiate.

Quali piatti abbinare con la Vernaccia di San Gimignano: Come gran parte dei vini bianchi, si abbina bene a preparazioni a base di pesce, in particolare fritto o grigliato. Si accompagna bene anche ad antipasti a base di verdure o insalate di riso o di insalate di pasta.

Alcune etichette di Vernaccia di San Gimignano che puoi acquistare nell'enoteca online di Guida-vino.com:

Vernaccia di San Gimignano DOCG - La Lastra

VERNACCIA LA LASTRALa Vernaccia di San Gimignano La Lastra si presenta giallo paglierino , con evidenti profumi tendenti allo speziato tipici della terra di toscana; al gusto armonico ed equilibrato, risulta particolarmente strutturato.

Vai al Prodotto

10,30 €
(iva inclusa)

Vernaccia di San Gimignano Riserva DOCG - La Lastra

VERNACCIA RISERVA LA LASTRALa Vernaccia di San Gimignano Riserva La Lastra si presenta giallo paglierino carico con intersi e complessi profumi di frutta matura e spezie; al gusto armonico, equilibrato ed elegante.

Vai al Prodotto

15,37 €
(iva inclusa)

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.