Asti DOCG: Asti Spumante e Moscato d'Asti - Storia, caratteristiche, produttori e vendita online

Storia: La DOCG Asti comprende due vini prodotti in Piemonte, l'Asti Spumante (o semplicemente Asti) e il Moscato d'Asti.

La DOC risale al 1967, mentre nel 1993 è stata stabilita la DOCG. L'uva Moscato è tra le più antiche di tutte quelle coltivate in Italia ed era nota già ai tempi dei Greci e poi dei Romani. La grande diffusione del vino Moscato d'Asti - un vino da dessert prodotto dalla prima fermentazione delle uve di Moscato - in Italia si ebbe a partire dal Cinquecento, soprattutto nelle attuali province di Cuneo, Asti e Alessandria e i centri di produzione più noti erano Canelli e Santo Stefano Belbo. L'Asti Spumante, invece, è certamente il più noto spumante dolce italiano e tra i vini italiani maggiormente esportati nel mondo, facilmente riconoscibile per le note fruttate e la fragranza derivati dal suo vitigno, e la sua nascita risale al 1865 dell'Ottocento, quando il commerciante di vini Carlo Gancia volle spumantizzare il Moscato di Canelli, applicando le tecniche di rifermentazione in bottiglia conosciute in Champagne. Nacque così quello che veniva chiamato "Moscato Champagne" e da lì molti viticoltori della zona cominciarono ad imitare Gancia e nacquero così i primi stabilimenti destinati in seguito a perfezionarsi con l'applicazione del sistema di spumantizzazione rapida in grandi recipienti.

Zona di produzione: L'Asti e il Moscato d'Asti sono prodotti nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo.

Vitigno: Prodotti entrambi con le sole uve di Moscato bianco, le rese per ettaro non devono superare le 10t/ha. Il grado alcolico deve essere 12% (svolto compreso tra 7 e 9,5%) per la versione Asti spumante o Asti, 11% (svolto compreso tra 4,5 e 6,5%) per la versione Moscato d'Asti.

Proprietà organolettiche: Per quanto riguarda il Moscato d'Asti il colore è giallo paglierino brillante, a volte tendente al dorato. Il profumo è delicato, con note fruttate (pesca soprattutto) e floreali. Il sapore è dolce e aromatico. L'Asti alla vista risulta anch'esso giallo paglierino brillante, ma al naso è intenso e spiccato, con sentori di fiori d'arancio e acacia, glicine e miele. Dal sapore dolce e aromatico, è apprezzabile anche per la sua persistenza gusto-olfattiva. 

Abbinamenti: Il Moscato è l'ideale conclusione di un pranzo, accompagnato a dolci e frutta, in particolare torte e crostate. L'Asti Spumante si abbina perfettamente con frutta, pasticceria secca, ciambelle e torte. 

Alcune etichette di Asti DOCG che puoi acquistare nell'enoteca online di Guida-vino.com:

Moscato d'Asti DOCG - Vignaioli di S.Stefano Belbo

moscatoIl Moscato d'Asti è il vino da dessert per eccellenza. Giallo paglierino più o meno intenso a seconda delle annate, profumo fruttato intenso, aromatico, molto persistente. Il sapore dolce è in equilibrio con il basso contenuto alcolico e con l'acidità.

Vai al Prodotto

14,60 €
(iva inclusa)

Moscato d'Asti - La Spinetta

moscato5Il Moscato La Spinetta si presenta di colore giallo paglierino , bouquet fresco ed irresistibile di pera mandarino. In bocca è delicato con acidità rinfrescante capace di equilibrare la componente dolce , ricorda il miele e la pesca. Da consumarsi giovane.

Vai al Prodotto


(iva inclusa)

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.