Cart

I premi Nobel? Meditano col Verdicchio (Moncaro)

L'espressione "vino da meditazione" viene utilizzata per descrivere vini dolci e vini passiti che, per le loro caratteristiche organolettiche, si prestano bene ad essere bevuti anche a fine pasto o addirittura lontano dai pasti, senza alcun piatto in abbinamento.

Mai espressione fu indovinata come in questo caso, perché in questa occasione a "meditare" sono stati i premi Nobel 2016 e gli invitati alla cena di gala di assegnazione. Ad accompagnare la meditazione è stato un vino italiano, precisamente il Verdicchio dei Castelli di Jesi Passito Tordiruta della cantina Moncaro Terre Cortesi.

La cena si è tenuta il 10 Dicembre, ma la notizia è trapelata a qualche giorno di distanza perché il menu e la carta dei vini sono rimasti rigorosamente segreti fino all'arrivo degli invitati, come da tradizione. Quest'ultima prevede anche che il menu venga scelto fra tre proposte formulate a Settembre alla fondazione per il Nobel. Il Tordiruta ha accompagnato il dolce preparato dal pasticcere svedese Daniel Ross.

Il prestigioso apprezzamento non è certo il primo riconoscimento per il Tordiruta, né per il produttore: il palmares del Verdicchio passito della cantina Moncaro è lungo e variegato e va dai 5 grappoli della Guida Sommelier (sei riconoscimenti dal 1998 al 2008), ai tre bicchieri del Gambero Rosso, alle Tre Stelle Veronelli. In ambito internazionale, medaglia d'oro all'Inernational Wine Challenge di Londra (2006 e 2008) e al Concorso Mondiale dei vini di Bruxelles (2001 e 2007).

Riconoscimenti che non sono certo una novità per la Moncaro. Basti pensare che nel 2011 la cantina del Presidente Doriano Marchetti ha ricevuto, per il Verdicchio Riserva Vigna Novali, il premio di miglior vino bianco del mondo proprio al concorso mondiale dei vini di Bruxelles.

Venendo al dettaglio, il Tordiruta è un Verdicchio passito che presenta meravigliose sensazioni olfattive, di grande intensità e lunghissima persistenza. Dominano in ampiezza i sentori di agrumi canditi, frutti esotici ed eleganti aromi terziari speziati e floreali. Al palato è di grande sapidità e si fondono le percezioni candite, leggermente caramellate e speziate di un intelligente uso delle barrique che esalta le essenze delle muffe nobili. E' un vino di grande morbidezza, perfetto equilibrio, eccezionale armonia di tutte le componenti.

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.