Cicerchia di Serra de' Conti e Festa della Cicerchia

Un tempo era talmente diffusa, soprattutto nelle fasce più umili della popolazione, da essere definita il "cibo dei poveri", e questo grazie alla sua alta resa per ettaro e alla capacità di crescere in condizioni climatiche avverse, persino in simbiosi con altre colture - quali ad esempio il mais - alle quali non sottrae in maniera significativa le sostanze nutritive del terreno condiviso.

Stiamo parlando della cicerchia, legume la cui coltura negli ultimi cinquant'anni è stata quasi completamente abbandonata, tanto da rischiare l'estinzione, almeno per la sua varietà "marchigiana" (minuta e spigolosa, a differenza di quella più grande e omogenea che è coltivata estensivamente in alcune zone del Mediterraneo). La sua sopravvivenza si deve alla testardaggine di alcuni contadini della zona di Serra de' Conti (AN) che hanno continuata a coltivarla in terreni privati e, negli ultimi anni, ad associazioni come Slow Food che le ha dedicato un presidio (una storia che si ripete, quella della testardaggine marchigiana, dato che un discorso analogo si può fare per vitigni autoctoni come il vitigno lacrima e il vitigno pecorino).

Il Presidio Slow Food della Cicerchia di Serra de' Conti e la Festa della Cicerchia che ogni ultimo week-end di Novembre ne promuove il recupero, fanno sì che ormai nel centro Italia chi dice cicerchia dice Serra de' Conti. Quest'anno la Festa della Cicerchia si svolgerà dal 27 al 29 Novembre e prevede, oltre alle cantine del Buon Gusto dislocate per le vie del centro storico di questo bellissimo borgo medioevale, una nutrita dimostrazione di antiche arti e mestieri e una serie di convegni dedicati non solo alla biodiversità, ma anche al recupero delle tradizioni contadine e culinarie di cui enti come Slow Food si fanno portavoce.

Di seguito alcuni immagini delle precedenti edizioni della Festa della Cicerchia :

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.