Menu

Cerca
Regione
Denominazione
Annata
Formato
Vitigni
Riconoscimenti
Produttore

STIAMO PROGETTANDO IL NUOVO PORTALE. CONTATTACI PER INFO E PREZZI

Terre Cortesi Moncaro - Made in ItalyTerre Cortesi Moncaro - Made in Italy
zoom

Offida Pecorino DOC - Ofithe - Moncaro

Denominazione
Offida DOCG
Vitigni
Pecorino
Vitigni impiegati per la produzione di questo vino
Annata
2019
Formato
75
Tipologia
Bianchi
Regione
Marche
Informazioni sul produttore
Fra le cantine che producono i vini delle Marche , la Moncaro Terre Cortesi è sicuramente fra quelle che hanno saputo coniugare al meglio qualità e quantità ( 1600 ettari e 7 milioni di bottiglie vendute ogni anno ) , riuscendo a conquistare anche i mercati internazionali e proporsi quindi come un volano per l'intero movimento enologico marchigiano. Con le sue tre cantine , ubicate nelle tre zone strategiche per la produzione dei vini marchigiani ( i cui tre castelli sono riportati anche nel logo aziendale ) , la Moncaro annovera a catalogo gran parte delle DOC delle Marche , con una gamma di prodotti che spaziano dal mercato della grande distribuzione fino alle selezioni per i palati più raffinati. La Moncaro nasce nel 1964 come cooperativa dei produttori vinicoli della zona di Montecarotto , comune ubicato nel cuore dei castelli di Jesi , zona di produzione del Verdicchio. Nel 1995 viene acquisita la cantina di Camerano , sulla riviera del Conero , zona di produzione della DOC Rosso Conero. Nel 1999 si aggiunge la terza cantina , quella di Acquaviva Picena , nella quale verranno prodotte le DOC tipiche delle terre picene , quali Rosso Piceno , Offida DOC Pecorino e Offida DOC Passerina. Di seguito una serie di immagini del centro Le Busche , edificio adiacente allo stabilimento Moncaro di Montecarotto comprendente un ristorante , un centro direzionale ed una bottaia al piano interrato.
Il Pecorino Ofithe Moncaro si presenta giallo paglierino intenso con riflessi dorati, profumo fruttato con note di albicocca e fiori galli. Al gusto è equilibrato, di buon corpo e caratterizzato da una sostenuta acidità che ne armonizza il palato

Ofithe Vino Pecorino di Offida DOCG

Vigneti

Regione viticola: Marche, provincia di Ascoli Piceno.
Ubicazione: nell’area compresa tra i Comuni di Offida, Ripatransone ed Acquaviva Picena.
Età: 5-15 anni.
Suolo: di origine sedimentario marino alluvionale del Plio-Pleistocene e Miocene, con prevalenza di argilla nelle aree più interne mentre prevalgono sabbia e pietra degradando verso la costa.
Esposizione ed altitudine: Sud-Est e Nord-Ovest a 150-350 m.

Vitigni e coltivazione

Uve: 100% Pecorino.
Sistema d’allevamento: guyot, guyot doppio e doppio archetto.
Densità d’impianto: 3.000-4.000 piante per ha.
Resa per ettaro: 80 q d’uva con ridotto carico di gemme.

Vinificazione

Raccolta: a mano con accurata selezione dei grappoli.
Vinificazione: diraspatura delle uve con criomacerazione delle bucce nel mosto. Pressatura soffice, decantazione statica del mosto fiore ottenuto, fermentazione a temperatura controllata con lieviti selezionati e permanenza in serbatoio sulle fecce di fermentazione per 4 mesi. Maturazione: in bottiglia in magazzino termocondizionato.

Note di degustazione

Alla vista: luminescenza cristallina, di colore giallo paglierino tenue, con vividi riflessi verdolini, di buona consistenza.
Al naso: di buona intensità e finezza, richiama al naso le tipologie mediterranee del vitigno Pecorino. Schiettamente fruttato di mela renetta, fiori di rovo e aneto. È franco, fragrante e di media complessità.
Al gusto: secco ma morbido e caldo all’alcol, richiama al palato, con lunga persistenza, le tipologie del vitigno. Vivace di freschezza e ricco di mineralità, si allunga di percezioni saporifiche che ricordano lo stesso pomo. Il corpo consistente è supportato da una buona acidità e finezza. Perfetto è l’equilibrio fra le parti con finale di buona armonia.

Evoluzione

Pur raggiungendo limiti di apprezzabilità per molti anni dalla vendemmia, il Pecorino è un vitigno raro e di carattere. Suggeriamo quindi di godervelo in tutta la sua giovinezza ma sarà sorprendente negli anni con originali note terziarie.

Abbinamenti

La sua grande gradevolezza lo rende protagonista della cucina primaverile ed estiva. Gustatelo sulla cucina di mare: dalle insalate alle panocchie bollite, dagli spaghetti e tagliatelle alle cozze in salsa bianca alle linguine tonno e alici. Ottimo sulle fritture di pesci minuti e calamari, sogliole e sardine alla griglia, passere e san pietri bolliti.

Temperatura servizio

10/12° C.

Dati

Alcool: 13% vol.

 

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.