Reimposta tutto
zoom

Negroamaro del Salento IGT - Maru - Castello Monaci

Produttore Castello Monaci
Denominazione
Salento IGT
Vitigni
negroamaro
Vitigni impiegati per la produzione di questo vino
Annata
2016
Formato
75
Tipologia
Rossi
Regione
Puglia
Informazioni sul produttore
Poco lontano dalla città di Lecce e dal mare, sulla strada per Taranto, alle porte di Salice Salentino, ulivi secolari e rigogliosi vigneti circondano Castello Monaci. Il lungo corridoio che lega la strada statale al castello è una linea che attraversa la tenuta, una meridiana, che divide i vigneti e apre le porte alla moderna cantina. Qui serpeggia il sole che inonda la terra di luce e crea forme uniche, come i frutti a cui dà origine. La produzione della cantina è segnata della volontà di dare risalto agli autoctoni pugliesi e salentini: Primitivo di Manduria, Negroamaro e ovviamente Salice Salentino.
Maru ovvero “severo, scuro” nel dialetto salentino, è il nome scelto per questo Negroamaro, un nome evocativo di una terra che pulsa, dedicato alle sue migliori varietà autoctone, un nome vivo, pieno, intenso come il luogo in cui nasce.

MARU NEGROAMARO SALENTO IGT

Poco lontano dalla città di Lecce e dal mare, sulla strada per Taranto, alle porte di Salice Salentino, ulivi secolari e rigogliosi vigneti circondano Castello Monaci. Il lungo corridoio che lega la strada statale al castello è una linea che attraversa la tenuta, una meridiana, che divide i vigneti e apre le porte alla moderna cantina. Qui serpeggia il sole che inonda la terra di luce e crea forme uniche, come i frutti a cui da origine. Castello Monaci. Disegnati dal sole. Maru ovvero “severo, scuro” nel dialetto salentino, è il nome scelto per questo Negroamaro, un nome evocativo di una terra che pulsa, dedicato alle sue migliori varietà autoctone, un nome vivo, pieno, intenso come il luogo in cui nasce.

Le uve: 100% negroamaro

Il vigneto: vigne coltivate ad alberello pugliese e a Guyot su terreni di natura calcareaargillosi, silicei, profondi ed asciutti; la resa media è di 75 quintali di uva per ettaro.

La vinificazione: le uve vengono raccolte nelle primissime ore del mattino e subito portate in cantina per essere pigiate. Segue la vinificazione in tini di acciaio con 10 giorni di macerazione e frequenti rimontaggi. A malolattica svolta, parte del vino matura per 6 mesi in barriques francesi a diversa tostatura, mentre il resto rimane in acciaio.

Il vino si presenta di un colore rosso granato e un profumo intenso. In bocca il suo sapore pieno e gradevole lascia spazio a note leggermente amarognole. Un vino rotondo e di ottima struttura.

Dati analitici: alcool: 13,50%Vol;

acidità totale: 5,60 g/l;

pH: 3,55;

zuccheri: 3 g/l;

estratto: 33 g/l.

Conservazione ottimale: 5-6 anni in bottiglie coricate al fresco e al buio.

Abbinamenti gastronomici: Carni rosse arrostite o in umido, agnello, capretto, formaggi stagionati.

Temperatura di servizio: 16-18°C.

(scheda del vino tratta dal sito del produttore: www.castellomonaci.it )

WIKI

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.