Logo
Stampa questa pagina

Il vitigno Bombino Bianco

Il Bombino Bianco è un vitigno bianco diffuso soprattutto in Puglia e va distinto dal Bombino Nero, con cui condivide solo la particolare forma del grappolo, simile a un bambino.

Storia
Diffusione
Caratteristiche del grappolo
Caratteristiche dei vini che utilizzano il Bombino Bianco
Comprare vini prodotti col Bombino Bianco 

Storia: nonostante le origini ignote, si pensa che il vitigno provenga dalla Spagna o comunque dal bacino del Mediterraneo. E' un vitigno ad alta produttività, tanto da condividere l'appellativo di "uva pagadebiti" con altri vitigni autoctoni italiani.

Diffusione: è diffuso lungo la costa adriatica, ma soprattutto in Puglia nelle provincie di Foggia e Bari (la sua culla storica è l'agro di San Severo). Molto diffuso anche nel Lazio.

Caratteristiche del grappolo: il Bombino è caratterizzato da foglia grande verde chiaro ed opaca, il grappolo è medio-grande di forma conica o cilindrico-conica. Anche l’acino medio-grande, sferico con buccia spessa di colore giallo tendente al verdolino. Matura entro i primi dieci giorni di ottobre con buona e costante produttività.

Vini DOC che utilizzano il Bombino Bianco: Castel del Monte DOC e Cacc'è Mmitte DOC in Puglia (nel Castel Del Monte DOC anche in Purezza), Cesanese DOC e Venazzano DOC nel Lazio, Pagadebit di Romagna DOC anche in purezza.

Alcuni dei vini nel nostro catalogo che utilizzano il vitigno Bombino:

Lazio Bianco IGT - Bombino - L'Olivella

bottiglia olivella bombino

Vai al Prodotto




Per cercare vini nel nostro catalogo in base ai vitigni impiegati, utilizza l'elenco seguente:

 

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.