La Pasta Mancini sul New York Times

  • Pubblicato in Ultime
  • Letto 4356 volte

La Pasta Mancini da Monte San Pietrangeli recensita da uno dei quotidiani più autorevoli d'America: la storia è di quelle che fanno bene all'Italia ed è la dimostrazione che quando la creatività e l'originalità italiana dà il meglio di sé non può passare inosservata, tanto più quando coniuga innovazione e tradizione.

A tessere le lodi della nota pasta Made in Marche è nientepopodimeno che il New York Times, per voce del giornalista Florence Fabricant, che a sua volta riprende i giudizi entusiasti di due chef di ristoranti newyorkesi di primissima fascia: Andrew Carmellini del Locanda Verde e Jonathan Benno del Lincoln.

Protagonista è ovviamente il prodotto (Carmellini ne esalta la consistenza e la capacità di "trattenere il sugo" - I blind-tasted it and was impressed with the way the sauce clings to it - , Benno la capacità di cottura al dente, l'articolista ne ricorda le 60 ore di essiccazione contro le due o tre ore normalmente impiegate nei processi industriali), ma protagonista è anche il produttore: Massimo Mancini, 42enne imprenditore marchigiano e laureato in scienze agrarie, nipote di Mariano Mancini, che nel 1947 avviò l'attività con 20 ettari di terreno in quel di Monte San Pietrangeli e figlio di Giuseppe Mancini, con il quale l'azienda ha raggiunto l'estensione di 70 ettari.

Ad avviare il percorso di selezione di varietà di grano duro e di affinamento delle tecniche di coltivazione e lavorazione (la trafilatura avviene rigorosamente in bronzo, conferendo quella rugosità che permette di trattenere al meglio i condimenti) per ottenere un prodotto di qualità superiore, è stato proprio Massimo in occasione della propria tesi di laurea.

E, per restare nel solco delle eccellenze che tengono alto il nome dell'Italia nel mondo, anche il design e l'estetica sono stati curati nei minimi particolari: il Pastificio Mancini è ospitato in una avveniristica struttura in aperta campagna (tanto che lo slogan riportato sul sito aziendale recita: esiste un'azienda agricola che produce pasta in mezzo a un campo di grano) e la Pasta Mancini nei formati Penne, Fusilli, Maccheroni, Mezze Maniche, Tuffoli, Spaghetti, Chitarra e Trenette si presentano con un packaging accattivante che già alla vista fa capire che ci si trova di fronte ad un prodotto di qualità superiore.

Per avere la conferma basta assaggiarla e non c'è bisogno di arrivare alla Locanda Verde o al Lincoln di New York: è in vendita nel nostro e-commerce e ormai è una presenza immancabile nelle botteghe specializzate in eccellenze enogastronomiche.

Info Vini delle Regioni Italiane

Cantine e Produttori

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.